fga genova281013

Download Fga genova281013

Post on 06-Jul-2015

143 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Il confronto domanda/offerta di laureati in Italia. La presentazione di Andrea Gavosto al Seminario Nazionale "Una offerta formativa flessibile, orientata alle competenze, atta a migliorare loccupabilit". Genova, 28 ottobre 2013

TRANSCRIPT

  • 1. Il confronto domanda/offerta di laureati in Italia Andrea GavostoFondazione Giovanni Agnelli andrea.gavosto@fga.itUna offerta formativa flessibile, orientata alle competenze, atta a migliorare loccupabilit Seminario Nazionale, presso lUniversit di Genova Genova, 28 ottobre 2013

2. 60%La riforma del 3+2: leffetto svanito?56,5%55%50%45%44,9% 43%40%rapporto fra immatricolati e diciannovenniA.A. 1999/200035%2012/132011/122010/112009/102008/092007/082006/072005/062004/052003/042002/032001/022000/011999/001998/991997/981996/971995/961994/951993/941992/931991/9230%Dopo un forte aumento iniziale , le immatricolazioni stanno calando in relazione alla popolazione diciannovenne (dunque al netto della demografia) 3. Possibile causa: la disillusione sulla laurea triennale laureati triennali: maggiore occupazione ma pi precaria rispetto ai vecchi laureati e con un minor vantaggio salariale rispetto ai diplomatirapporto tra il reddito di laureati e diplomati 1,23Tutti1,21 1,19 1,17 1,15 1,13 1,11Sotto i 35 anni1,09 1,07 1,0519931995199820002002200420062008Fonte: Elaborazioni di F.Schivardi e R.Torrini 2010 su dati dellindagine Banca dItalia SHIW 4. anche se listruzione terziaria si conferma ovunque un ottimo investimento 18%Tasso interno di rendimento della laurea tendendo conto di costi diretti, costo opportunit, premio salariale lordo rispetto al diploma, maggiori imposte e contributi, minore esposizione al rischio di disoccupazione16% 14% 12%11,7% 11,9%12,3%10,4% 10,1% 10,2%10% 8%16,0%6,7%7,4%7,5%7,6%7,9%8,1%8,2%8,5%9,2%6% 4% 2% 0%Tasso di rendimento della laureaFonte : EAG, 2013 5. Le aziende italiane impiegano pochi laureatiFonte: Employers perception of graduate employablity 6. E li preferiscono magistraliMedia europea: 55% preferiscono i bachelors degrees, 35% i masters degrees In Italia la proporzione si ribalta: 38% bachelors e 50% mastersFonte: Employers perception of graduate employablity6 7. I laureati hanno maggiori probabilit di occupazione rispetto al resto della popolazione 100PrimarieMedieDiplomaLaurea9084 79807372 70 58605550 4040 2930 20 10 nFranceGermanyItalyUnited KingdomUnited StatesEU21 averageTassi di occupazione della popolazione 2564enne, per livello di istruzione, 2011 8. Negli ultimi anni qualcosa cambiato: il tasso di occupazione dei laureati giovani calato, a differenza di Germania e Francia 9520008990 8520068586 87201191898987868786 8684 828380 7573 71706865 60 55 50FranceFonte: Education at a Glance2013GermanyItalyUnited KingdomUnited States EU21 averageEvoluzione recente dei tassi di occupazione per laureati da 25 a 34 anni di et 9. Fra i giovani la differenza fra laureati e diplomati si annullata 95laureati 35-44 anni91 9087 85per classi di et (25-34enni e 35-45enni)diplomati 35-44 anni82 8075707873diplomati 25-34 anni71 67laureati 25-34 anni 652004Fonte : Rilevazione FDL Istat2005200620072008200920102011Evoluzione recente dei tassi di occupazione per i diplomati e i laureati,2012 10. Negli ultimi anni qualcosa cambiato: il vantaggio salariale della laurea rimane elevato, ma lo molto meno per i giovani 25-3455-64190+85+83+79180+74 +68170+65160+56150+45 +39140+40+34130 +22 120 110 100ItalyFranceFonte: Elaborazioni da Education at a Glance2013GermanyEU21 averageUnited KingdomUnited StatesAdulti con redditi da lavoro premio salariale per listruzione terziaria, in % del reddito dei diplomati, per gruppo di et 11. dove finito il capitale umano prodotto in questi anni? La riforma universitaria del 3+2 ha accresciuto lofferta di laureati. Il sistema economico li ha assorbiti,ma oggi le chances di occupazione dei giovani laureati sono pari a quelle dei diplomati. Inoltre il premio salariale rimane elevato nel confronto europeo ma si sta riducendo per i giovaniDove finito linvestimento in capitale umano dei giovani laureati ? possibili spiegazioni:ai laureati stessi la dinamica salariale dei laureati potrebbe essere migliore di quella rispetto ai diplomati e quindi i frutti dellinvestimento si vedranno negli anni successivialle imprese il maggiore capitale umano ha portato a un aumento della produttivit. Vi sono per pochi indizi sia successo.nel nulla le competenze dei laureati non sono quelle richieste dal mercato, che non riconosce loro alcun premio 12. le competenze che le imprese si attendono dai laureati 13. due fontiIndagine Fondazione Agnelli/AIDP Indagine Excelsior 2011 FGA-AIDPExcelsiorDimensione impreseSolo medio-grandiTutteCampioneNon rappresentativoRappresentativoFocusGiudizio sullUniversitPrevisioni di assunzioneCompetenze prese in esame1) Lacune riscontrate nella formazione universitaria 2) Caratteristiche del candidato ideale al colloquio di assunzioneCompetenze ritenute importanti per lo svolgimento delle professioni richieste 14. limportanza della laureadiventa sempre pi necessaria ma non sufficienteFonte: indagine FGA/AIDP 15. 0 Self controlresistenza allo stressCompetenze tecnicoscientificheCapacit di presentazionecomunicazioneCapacit di decisione e spirito d'iniziativaCapacit di analisiCapacit di lavorare in gruppoOrientamento al risultatoCapacit di problem solvingche universit vorrebbero i capi del personale? gli aspetti pi carenti dellofferta formativa14012010080604020numero risposte fornite per ciascun aspetto (fino a 3 risposte possibili) Fonte: indagine FGA/AIDP 16. Il candidato idealeI risultatiFonte: indagine FGA/AIDP 17. Indagine Excelsior: le competenze richieste dalle aziende Ritenute dalle aziende molto importanti per i laureati da assumereDati riferiti a 74.140 assunzioni di laureati previsteFonte: indagine Excelsior 18. Fonte: indagine Excelsiorconfronto fra aree disciplinariarea scientifica/area umanistica 19. Fonte: indagine Excelsiorconfronto fra aree disciplinariarea economica/area medica 20. Fonte: indagine Excelsiorconfronto fra aree disciplinariarea giuridica/area architettura 21. Progetto Competenze Trasversali, in collaborazione con lUniversit di Genovaconvergenza sulla centralit del tema delle competenze trasversali per i laureatiOBIETTIVI DEL PROGETTO * Giungere a definizioni condivise delle CT dei laureati * Sondare le CT (importanza e possesso) da tre diverse angolazioni: le imprese che ricercano laureati, i responsabili dellofferta formativa e gli stessi neolaureati * Fornire indicazioni alle Universit affinch possano introdurre o potenziare attivit che contribuiscono alla formazione delle CT 22. Approfondimento condotto da Universit di Genova e Fondazione Agnelli La sette CT sottoposte a validazione 1. Capacit di risolvere problemi mettendo in campo le conoscenze acquisite, ossia applicare in una situazione reale quanto appreso, individuando gli ambiti di conoscenze che meglio consentono di affrontarla, impostando le strategie per gestirla e giustificando il loro usoAziende Valutazione importanza2. Analizzare e sintetizzare informazioni, ossia acquisire, organizzare e riformulare dati e conoscenze provenienti da diverse fonti3. Formulare giudizi in autonomia, ossia interpretare le informazioni con senso critico, collocarle nel loro contesto professionale, sociale ed etico, e prendere decisioni conseguentiVerifica formulazione4. Comunicare efficacemente, ossia trasmettere informazioni e idee in forma sia orale sia scritta in modo chiaro e formalmente corretto, esprimendole in termini adeguati rispetto agli interlocutori (specialisti o non specialisti)5. Apprendere in maniera continuativa, ossia sapere riconoscere le proprie lacune e identificare strategie efficaci volte allacquisizione di nuove conoscenze e competenzeEsempi concretiSociet di consulenza6. Lavorare in gruppo, ossia coordinarsi con altre persone, eventualmente caratterizzate da diverse culture e specializzazioni professionali, integrandone le competenze e gestendo i possibili conflitti7. Essere intraprendenti, ossia saper sviluppare idee innovative, progettarne e organizzarne la realizzazione, gestire le necessarie risorse ed essere disposto a correre rischi per riuscirciAlitalia Bosch Edison Epta Esaote Ferrero FIAT Il Sole 24 ore Maersk Miroglio group Pininfarina Pirelli Prysmian Group Telecom TernaIntegrazioni, suggerimentiBoston Consulting PraxiFormazione della PA Formez Scuola Nazionale dellAmministrazione 23. Approfondimento condotto da Universit di Genova e Fondazione Agnelli: primi riscontri Valutazione importanzaI responsabili HR confermano la centralit del tema per le politiche del personaleLe 7 definizioni di CT risultano sostanzialmente condivise, anche se non sono mancati suggerimenti per integrazioniEsempi concretiVerifica formulazioneNei nuovi laureati si lamenta la scarsa capacit di comunicare, imputata a limiti nella padronanza della lingua italiana orale e scritta Forte apprezzamento nei CV delle esperienze sportive (di squadra), associative (es. scoutismo) e di volontariato, considerate rivelatrici della capacit di lavorare in gruppoDisponibilit degli intervistati al dialogo con gli Atenei per la ricerca di modalit condivise di rafforzamento delle CTIntegrazioni e suggerimenti 24. Il confronto domanda/offerta in Italia Andrea GavostoFondazione Giovanni Agnelli andrea.gavosto@fga.itUna offerta formativa flessibile, orientata alle competenze, atta a migliorare loccupabilit Seminario Nazionale, presso lUniversit di Genova Genova, 28 ottobre 2013