vivere, amare, capirsi buscaglia

Download Vivere, Amare, Capirsi Buscaglia

Post on 30-Nov-2015

3.397 views

Category:

Documents

80 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Vivere amare capirsi.Live, love, learning.E'stupendo, ve lo consiglio!

TRANSCRIPT

  • LEO BUSCAGLIA

    Vivere, amare, capirsi

  • L'amore si impara, come qualunque altra cosa nella vita. Non de-

    finibile a parole, piuttosto un modo di vivere, di essere e di sentirsi

    vivi. Se si assimila questo concetto nella forma pi piena, spiega

    Leo Buscaglia in Vivere, amare, capirsi, si pu alla fine ottenere

    dalla vita il premio pi ambito: quello di essere completamente se

    stessi.

    ART D I R E C T O R : G IACOMO CALLO PROGETTO G R A F I C O : CRISTINA BAZZONI IN C O P E R T I N A : I L L U S T R A Z I O N E S IS /JOSE ORTEGA

  • Indice

    7 Premessa 9 Introduzione

    13 L'amore ci modifica il comportamento 49 Diventate voi stessi 71 Dov' la luce (la ricerca dell'io) 91 Ci che essenziale invisibile all'occhio

    115 Ponti, non barriere 131 L'arte d'essere pienamente umani 145 I bambini di domani 157 L'intimo voi 165 Scegliete la vita 183 Insegnate la vita 199 A proposito dell'amore 217 Con Leo Buscaglia 235 L'io che sconfigge se stesso

  • Dello stesso autore nella collezione Oscar

    Amore Autobus per il Paradiso

    La coppia amorosa Nati per amare

    Sette storie natalizie La via del Toro

  • LEO BUSCAGLIA

    VIVERE, AMARE, CAPIRSI

    Traduzione di Roberta Rambelli Pollini

    OSCAR MONDADORI

  • 1982 by Leo F. Buscaglia, Inc. Pubblicato d'intesa con Holt, Rinehart and Winston, New York Titolo originale dell'opera: Lvng, Loving & Learning 1984 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano

    I edizione Ingrandimenti marzo 1984 I edizione Oscar bestsellers maggio 1996

    ISBN 978-88-04-41380-6

    Questo volume stato stampato presso Mondadori Printing S.p.A. Stabilimento NSM - Cles (TN) Stampato in Italia. Printed in Italy

    Ristampe:

    19 20 21 22 23 24 25

    2008 2009 2010 2011

    L'Editore ha cercato con ogni mezzo i titolari dei diritti della traduzione senza riuscire a reperirli; ovviamente a piena disposizione per l'assolvimento di quanto occorra nei loro confronti.

    www.librimondadori.it

  • Vivere, amare, capirsi

  • Premessa

    Secondo Nikos Kazantzakis gli insegnanti ideali sono quelli che si offrono come ponti verso la conoscenza e invitano i loro studenti a servirsi di loro per compiere la traversata; poi, a traversata compiuta, si ritirano soddisfatti, incoraggiandoli a fabbricarsi da soli ponti nuovi.

    Le varie conferenze raccolte in questo volume rappresen-tano ponti di questo genere: sono semplicemente idee, con-cetti e sentimenti che io ho condiviso con gioia. E le ho tenute con l'intesa che potevano essere accettate, acclamate, igno-rate o rifiutate. Non aveva importanza.

    Ora le ripeto, qui, per chi non le ha ascoltate la prima volta e per qualcuno che forse desidera riascoltarle.

    Sono lieto di aver comunicato queste idee e ancora piut-tosto impressionato dal fatto che migliaia di persone siano state disposte ad ascoltarle. Per me, rappresentano dieci anni esaltanti di evoluzione e di partecipazione. In retrospettiva non ho rimpianti e so che, bene o male, ne verranno delle altre, perch sono deciso a continuare a costruire ponti.

    Leo Buscaglia

    7

  • Introduzione

    Un sentito ringraziamento al signor Webster, autore del famoso dizionario, che definisce introduzione: aprire la via a un discorso o a un libro. Sono felice di avere avuto tante volte il privilegio di aprire la via a Leo Buscaglia... di persona e a mezzo stampa.

    In una precedente occasione ho scritto: un uomo dalle molte, splendide sfaccettature... insegna, studia, scrive, leg-ge, parla, ascolta. In particolare, uno splendido esempio della professione che ha scelto... l'insegnamento. Leo insegna con immenso entusiasmo e sincerit e, soprattutto, insegna con l'esempio. Se siete disposti ad ascoltare, il suo mes-saggio implicito vi mostrer come pu essere degna e bella la vita!

    Un salone immenso, una spiaggia o un angolo del suo soggiorno, accanto al fuoco, per Leo tutto va bene come aula scolastica quando s'impegna a istruire - a guidare - i suoi studenti, che appartengono a ogni et e a ogni categoria sociale. All'University of Southern California stato eletto pi di una volta Miglior insegnante dell'anno dai ragazzi; e in queste cose dei ragazzi c' da fidarsi.

    Una volta io e un amico andammo a prendere Leo all'ae-roporto e, mentre lui si allontanava per ritirare i bagagli, un vecchio signore si avvicin e mi chiese: Chi quell'uomo?

    9

  • Ero seduto vicino a lui sull'aereo. Chi ?. Dopo avere ascol-tato la mia breve spiegazione, sospir: L'immaginavo che era un tipo straordinario. Durante il viaggio ho visto che correggeva un mucchio di compiti e scriveva giudizi come "Bello!", "Fantastico!", "Meraviglioso!". Nessuno ha mai scritto commenti simili sui miei compiti. L'avrei desiderato tanto. Quell'adorabile vecchio aveva visto il maestro mo-dello in azione, quello che onora l'arte dell'insegnamento e, a sua volta, onorato dai colleghi e dagli studenti.

    Lo stesso impegno e la stessa passione si trovano nelle opere scritte di Buscaglia. Il suo libro fondamentale, The Disabled and their Parents: A Counseling Challenge, fece dire a uno studente: l'unico libro di testo che mi abbia fatto piangere. A partire da Love del 1972 fino a Personhood del 1978, i suoi libri sono prodigi di erudizione generosamente arricchiti da calore umano ed esuberanza... e, s, anche da impazienza nei confronti delle vite sprecate, vissute con tranquilla, silenziosa disperazione.

    Pi di una volta, da quando conosco Leo, qualcuno mi ha domandato: davvero "cos" sempre?. La domanda giu-sta... e la risposta complessa. Ho scoperto che la mia risposta iniziale cambiata. Un tempo era un S! sonante e sicuro; adesso , pi esattamente, s... e no.

    S... Leo non ha bisogno di trovarsi davanti a un pubblico grande o piccolo per essere esuberante e premuroso, diver-tente e saggio. S... il suo interesse per il potenziale umano degli ascoltatori profondo e sincero. S... lui si diverte quanto gli altri, nell'aula affollata o nell'auditorio. S... sempre insofferente nei confronti delle menti, dei corpi e delle finalit che sono caduti in letargo. S... crede con tutto il cuore che Noi siamo molto pi di ci che siamo. E s, una delle sue parole preferite ... S! (Ho una lettera, nel mio archivio, che lo dimostra. Dice: Cara Betty Lou, s, s, si! Con affetto, Leo.)

    Ma no, non sempre cos, perch, se lo fosse, sarebbe

    10

  • soltanto un delizioso attore... richiesto, popolarissimo, im-mensamente piacevole, ma con un unico messaggio. E nulla potrebbe essere pi contrario alla realt. Il messaggio di Leo, sebbene sia basato su verit universali, muta continuamente, si amplia, assume dimensioni e profondit nuove e ci pro-pone sempre nuove sfide.

    Da cosa ha origine questa evoluzione continua? Qual la sua fonte? Nasce dalla gente... dagli amici vecchi e nuovi. Dai libri... e dagli incantatori e dalle incantatrici che li scrivono. Dalla natura... esempio sommo del mutamento, dell'evolu-zione e della bellezza. Dai suoi maestri: i grandi mistici delle culture orientali... e dagli studenti... e dai bambini. Dalla musica delle sfere celesti! A volte immagino Leo come un immenso foglio di carta assorbente: il suo occhio pronto, il suo straordinario intelletto, il suo cuore generoso s'imbevo-no di tutto.

    Convinto dell'immensa bellezza di una vita che accetta il mutamento, Leo fa di tutto per scuotere i suoi simili e strap-parli alla loro comoda, compiaciuta inerzia. Ricordo un incontro ad Atlantic City, uno di quei raduni nel tardo pomeriggio che sembrano d'obbligo per le conferenze. Orgo-gliosamente e, sospetto, un po' pomposamente, raccontavo a Leo tutto quel che avevo fatto dall'ultima volta che ci era-vamo visti. Lui mi ascolt con pazienza, poi mi fiss, impas-sibile, e disse: Betty Lou, devi smetterla di fare tutte le cose che sai di poter fare benissimo, e tentare qualcosa di nuovo. Tornai immediatamente a casa e abbandonai tutto quel che avevo in cantiere e quasi immediatamente mi lanciai in una serie di iniziative nuove (e piuttosto spaventose). E fu mera-viglioso! Se ascolto Leo? Potete scommetterci, e, dall'inizio della nostra amicizia, sempre stata la mia missione esortare gli altri ad ascoltarlo. Con la mente e col cuore.

    Eh no, Leo non sempre cos... Altrimenti si potrebbe pensare che abbia bisogno dell'appoggio costante delle folle che si raccolgono intorno a lui dovunque vada. Non conosco

    11

  • nessuno che sappia dileguarsi rapidamente come Leo quan-do sente il bisogno di rinnovare le sue energie, la sua atten-zione, le sue forze vitali. Pu sparire una sera nella solitudine della sua casa; per un'estate in una baita isolata in riva a un fiume dell'Oregon; o magari per un anno, trascorso su un'iso-la, in compagnia delle sue riflessioni e di quelle dei saggi dai quali sempre ansioso d'imparare. un uomo molto chiuso ma il suo amore per la privacy non sembra tanto una fuga, un allontanamento, quanto un avvicinamento... un tempo dedi-cato al risveglio e al rinnovamento dei sensi, una prepara-zione all'evoluzione spirituale e mentale.

    Infine, la domanda davvero "cos" sempre? ha una connotazione particolare... Uomo o mito? Leo non un mito... molto umano, un uomo che a volte inciampa e pasticcia, come tutti noi, che soffre come tutti noi per le complicazioni burocratiche della vita odierna, che come tut-ti noi ha momenti di angoscia privata, che capace di grandi e piccole cattiverie come tutti noi. Diversamente da tutti noi, per, sembra gloriarsi della sua umanit e delle debolezze, delle imperfezioni e della comicit che comporta l'essere umani.

    Ho parlato dell'uomo anzich di questo libro tanto signi-ficativo, sebbene lo conosca assai pi intimamente di quanto non conosca Leo. Nat