angelini ehle - smoking

Download Angelini EHLE - smoking

Post on 03-Jun-2015

658 views

Category:

Health & Medicine

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Consequences of smoking among older people

TRANSCRIPT

  • 1. IL FUMO NELLA POPOLAZIONE ANZIANA EHLE Progect Empowering Health Learning in the Elderly Educare lanziano alla promozione della salute

2. IL FUMO NELLA POPOLAZIONE ANZIANA

  • 1 miliardo e 100 milioni di fumatori nel mondo
  • Fuma 1/3 della
  • Nei paesi sviluppati fuma il 42% degli uomini e il 24% delle donne
  • In Italiai fumatori sono circa il 30% della popolazione. Il 29.1% di uomini e il 19.2% delle donne: 13-14 milioni di persone (adjusted prevalence estimates for WHO member states, tobacco survey 2005)
  • Ogni anno il fumo causa circa 90mila morti
  • Una su 6 delle morti che si verificano ogni anno nel nostro paese sono dovute al fumo eogni giorno 246 persone muoiono a causa del fumo
  • Il fumo di tabacco responsabile dell'85-90% dei carcinomi polmonari

3. LOMS PARLA DI UNA VERA E PROPRIA EPIDEMIA:Tobacco epidemic death toll (WHO Mpower report 2008) Dr Margaret Chan, WHO Director-General

  • 100 milioni di morti nel XX secolo
  • 5.4 milioni di morti allanno
  • Se non si prenderanno provvedimenti con urgenza, si prevedono pi di 8 milioni di morti allanno entro il 2030
  • di cui pi dell 80% nei paesi in via di sviluppo
  • Un miliardo di morti previste nel XXI secolo

4. 5. INQUINAMENTO INTERNO

  • ANCHE LINQUINAMENTO INTERNO,cio il FUMO PASSIVO (responsabile di aumento del particolato) e dalla presenza si stufe e cucine a gas o cherosene (responsabili di aumento degli ossidi di azoto), costituisce un fattore di rischio
  • Un basso LIVELLO SOCIO-ECONOMICO si associa a prevalenza pi elevata di BPCO rispetto alla popolazione generale, con quadri patologici tanto pi gravi quanto pi scadenti sono le condizioni di vita
  • Anche una DIETA POVERA DI ANTIOSSIDANTI (frutta e verdura) e labuso di ALCOOL sembrano correlati al rischio di sviluppo di patologie croniche di tipo ostruttivo
  • (Fumo e patologie respiratorie, Le carte del rischio per BPCOe tumore al polmone, Zuccaro, Viegi, Porta et al.)

6. 7. IL FUMO PASSIVO (WHO Mpower report 2008)

  • Il fumo passivo responsabile negli USA ogni anno di:
  • 3400 morti per tumore al polmone
  • 46000 morti per malattie cardiache
  • 430 casi di SIDS
  • 24500 neonati sottopeso
  • 71900 parti prematuri
  • 200.000 riacutizzazioni di asma nei bambini

8. CONFRONTO CON GLI EFFETTI DELLINQUINAMENTO AMBIENTALE effetto a breve termine sulla salute di un incremento di 10-g/m3 della concentrazione di PM10 : uno studio europeoRoyal College of Physicians. Smoking and health now. London: Pitman Medical and Scientific Publishing, 1971. 1.8 (1.7-1.9) 0.9 (0.51.3) Mortality from cardiovascular diseases 2.9 (2.5-3.3) 1.3 (0.52.0) Mortality from respiratory diseases 2.0-3.0 0.6 (0.40.8) All-cause mortality Estimates risk in smokers (95% confidence interval) Source: Royal College of Physicians. Smoking and health now. London: Pitman medical and Sc. Publishing, 1971 Similar risk in rural area, Lancet 2003, 362: 507 Estimated percentage increase in risk per 10 g/m3 PM 10 (95% confidence interval) Source : Anderson HR et al.Meta-analysis of time series studies and panel studies of particulate matter (PM) and ozone (O3). Report of a WHO task group . Copenhagen, WHO Regional Office for Europe, 2004 Health outcome 9. LA NOSTRA REALTA IN ULSS16

  • In ULSS 16 cisono circa550 pazienti in home care per insufficienza respiratoria cronica , in ossigenoterapia continuativa e/o ventiloterapia meccanica(Home Care Database, 2005)
  • Circa met di essi sono affetti da BPCO(broncopneumopatici cronici),la prima malattia legata al fumo
  • BPCO ed infezioni delle basse vie respiratorie sono responsabili del 4.7% di ricoveri allanno negli ultrasessantacinquenni
  • Molti di questi pazienti smettono di fumare la primo ricovero per motivi respiratori o cardiaci legati al fumo
  • Alcuni di questi pazienti non riescono a smettere di fumare neanche quando compare linsufficienza respiratoria
  • Molti pazienti sono assistiti a casa da familiari o care givers che fumano

10. PREVALENZA DI PAZIENTI IN OSSIGENOTERAPIA E VENTILOTERAPIA DOMICILIARE IN ULSS 16- PADOVA (Home Care Database 2005) 11. DISTRIBUZIONEDEI PROFILI NEI VARI DISTRETTI (Home Care Database 2005) 12. IL FUMO NELLA POPOLAZIONE ANZIANA

  • La medicina basata sullevidenza dimostra chelunico intervento in grado di ridurremorbidit e mortalit legate al fumoa breve e lungo termine la cessazione del fumo .

13. LE STRATEGIE PROPOSTE DALLWHO PER COMBATTERE LEPIDEMIA DA FUMO: MPOWER

  • M onitor tobacco use and prevention policies
  • P rotect people from tobacco smoke
  • O ffer help to quit tobacco use
  • W arn about the dangers of tobacco
  • E nforce bans on tobacco advertising, promotion and sponsorship, and
  • R aise taxes on tobacco

14. WHO Policy Recommendations for Smoking Cessation and Treatment of Tobacco Dependence

  • The recommended framework includes a mix of three main strategies:
  • A public health approach that seeks to change the social climate and promote a supportive environment;
  • A health systems approach that focuses on promoting and integrating clinical best practices (behavioural and pharmacological) which help tobacco-dependent consumers increase their chance of quitting successfully;
  • A surveillance, research and information approach that promotes the exchange of information and knowledge so as to increase awareness of the need to change social norms(Chapter I, Matrix 1, pages 7-10).

15. WHO Policy Recommendations for Smoking Cessation and Treatment of Tobacco Dependence

  • All countries have lay persons who can provide informal social support for quitting and who can be trained to conduct more formal interventions.
  • There would appear to be special challenges in countries where there are relatively few ex-smokers and where tobacco prevalence rates are high among health professionals (Lando, 2002).
  • Ex-smokers can serve as role models in encouraging quitting, and can provide social support to individuals who are attempting to quit.
  • They also may reflect an environment in which quitting is a greater priority.

16. SMOKE IN ELDERLY PEOPLE

  • Support for smoking cessation or treatment of tobacco dependence refers to a range of techniques including:
    • motivation,
    • advice and guidance,
    • counselling,
    • telephone and internet support
    • appropriate pharmaceutical aids.
  • The success of these interventions depends on their synergistic use in a broader context of comprehensive tobacco control programmes
  • (WHO Policy Recommendations for Smoking Cessation and Treatment of Tobacco Dependence)

17. SMETTERE DI FUMARE

  • L'Agency for Health Care Policy and Research (AHCPR) ha formulato delle linee guida per la dissuasione dal fumo con l'obiettivo di offrire brevi interventi(minimal advice)per smettere di fumare a tutti i fumatori ad ogni visita( JAMA 1996, 257/16: 1270-80 ).
  • Le 5 tappe del piano ( 5A ) per il medico prevedono:
  • l' identificazionedi tutti i fumatori ad ogni visita(Ask),
  • l' invitomotivato a smettere di fumare(Advice),
  • l'identificazione deifumatori che vogliono provare a smettere (Assess),
  • l 'aiutoai fumatori che smettono(Assist),
  • la programmazione dicontrolli ripetutidei fumatori che hanno smesso anche per attuare interventi diprevenzione delle ricadutee dipreparazione psicologicaall'aumento ponderale conseguente alla cessazione del fumo(Arrange).

18. SMETTERE DI FUMARE

  • Il medico deve quindi
  • raccogliere la storia del paziente sull'abitudine al fumo,
  • aiutare il fumatore ad approfondire bisogni e motivazioni che inducono a fumare per
  • cercare suggerimenti idonei a sviluppare comportamenti alternativi,
  • fornire informazioni,
  • materiale educativo per autoapprendimento,
  • sostegno psicologico
  • ed eventualmente farmacologico al fumatore motivato a smettere.

19. La modificazione del comportamento richiedealmeno 5 tappe per il fumatore:

  • stabilire una data precisa e significativa(ricorrenza, festivit, ecc.) per smettere completamente di fumare, con settimane di anticipo per prepararsi psicologicamente e informando di tale impegnativa decisione medico, familiari e amici che possono offrire un sostegno psicologico;
  • tenere un diario scritto del fumoper identificare le situazioni e le ore in cui l'impulso a fumare maggiore;
  • identificare comportamenti alternativi personalizzatida mettere in atto in ogni situazione specifica in cui il desiderio di fumare pi intenso, in modo da prepararsi a rispondere conun'attivit distraentenelle situazioni in cui il bisogno di fumare abitualmente imperativo e in modo da ridurre l'ansia da deprivazione ; elencare per iscritto le situazioni a rischio e i possi