macroabilità ascoltare e parlare

Download Macroabilità Ascoltare e Parlare

Post on 30-Sep-2015

50 views

Category:

Documents

1 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Macroabilità Ascoltare e Parlare

TRANSCRIPT

  • Maestra Gerardin Segovia

    Coordinadora de italiano

    En Dpto. SL y LE.

    Oralit

  • Le abilit ricettive

    Ascoltare Leggere

    Le abilit produttive

    Scrivere Parlare

  • Le abilit ricettive

    Lascolto come processo di tipo bottom-up, durante il quale linput auditivo viene suddiviso in

    segmenti, fino ad arrivare a separare i singoli suoni che lo costituiscono, per poi passare a

    una fase di ricostruzione.

    Lapproccio top- down, invece, Al momento di ripetere ci che si ascoltato, lindividuo

    compie unoperazione di elaborazione del testo e ripropone quanto ricorda, con evidenti buchi

    di memoria.

    La conoscenza del mondo, dunque rappresenta una delle componenti principali del processo

    di ascolto che si interseca con le conoscenze linguistiche e la

    competenza comunicativa, nonche con i numerosi processi cognitivi.

  • Livello

    Base A1 Comprende e usa espressioni di uso quotidiano e frasi basilari tese a soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa

    presentare se stesso/a e gli altri ed in grado di fare domande e rispondere s particolari personali come dove

    abita, le persone che conosce e le cose che possiede. Interagisce in modo semplice purch laltra persona parli

    lentamente e chiaramente e sia disposta a collaborare.

    A2 Comprende frasi ed espressioni usate frequentemente relative ad ambiti di immediata rilevanza(Es. Informazioni personali e familiari di base, fare la spesa, la geografia locale, loupazione).Comunica in attivit semplici e di

    routine che richiedono un semplice scambio di informazioni su argomenti familiari e comuni. Sa descrivere in termini

    semplici aspetti del suo bakground, dellambiente circostante sa esprimere bisogni immediati.

    Livello

    autonom

    o

    B1 Comprende i punti chiave di argomenti familiari che riguardano la scuola, il tempo libero, ecc. Sa muoversi con disinvoltura in situazioni che possono verificarsi mentre viaggia nel paese in cui si parla la lingua. in grado di

    produrre un testo semplice relativo ad argomenti che siano familiari o di interesse personale. in grado di

    descrivere esperienze ed avvenimenti, sogni, speranze e ambizioni e spiegare brevemente le ragioni delle sue

    opinioni e dei suoi progetti.

    B2 Comprende le idee principali di testi complessi su argomenti sia concreti che astratti, comprese le discussioni tecniche nel suo campo di specializzazione. in grado di interagire con una certa scioltezza e sponteaneit che

    rendono possibile uninterazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per linterlocutore. Sa produrrre un

    testo chiaro e dettagliato su unampia gamma di argomenti e spiegare un punto di vista su un argometno fornendo

    i pro e i contro delle varie opzioni.

    Livello di

    pradrona

    nza

    C1 Comprender un ampia gamma di testi complessi e lunghi e ne sa riconoscere il significato implicito. Si esprime con scioltezza e naturalezza. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, professionali e accademici.

    Riesce a produrre testi chiari, ben costituiti, dettagliati su argomenti complessi, mostrando un sicuro controllo della

    struttura testuale, dei connettori e degli elementi di coesione.

    C2 Comprende con facilit praticamente tutto ci che sente e legge. Sa riassumere informazioni provenienti da diverse fonti sia parlate che scritte, ristrutturando gli argomenti in una presentazione coerente. Sa esprimersi

    spontanemante, in modo molto scorrevole e preciso, individuando le pi sottili sfmature di significato in situazioni

    complesse.

  • Linsegnate sente il desiderio di esporre la classe ai testi di ascolto

    autentici, quali spezzoni di film,

    trasmissioni televisive o radiofoniche.

  • 1 Fase precedente all ascolto dintroduzione allattivit:

    stimolare la motivazione degli studenti,

    attivit dinferenze e elicitazione di conoscenza gi aquisite,

    introdurre elementi fondamentali (es. Parole chiave) per permettere una corretta comprensione del testo che si andr ad ascoltare.

    utilizzare immagini che introducono la situazione e il tema dellascolto.

    raccontare

    Chiacchierare sul argomento oggetto dellattivit

    porre domande alla classe per elicitare le preconoscenze degli studenti,

    Fornire spunti di rifflessione su argomenti secondari tratti nel testo dascolto

    Fare riflettere sul titolo,

    Lavorare sullesperienza dei singoli studenti in un ambito legato al tema del testo.

  • 2 Fase dell ascolto vero e propio: approccio task- based che vuole lo studente protagonista di

    attivit cognitive e operativi bassati su compiti da

    realizzare durante lascolto.

    3 Fase del dopo ascolto: include la verifica della comprensione, eventuali espansioni su vari piani:

    linguistico, culturale, delle strategie

    dapprendimento, ecc.

  • Abbinamento

    Abbinamento di battute alle vignette

    Risposta fisica a comandi

    Eliminazione progressiva

    Problem- solving

    Cloze

    Completamento

    Canzoni

    Domande chiuse

    Risposte si/ no

    Quesiti vero/ falso

    Trovare lerrore e la differenza

    Griglie e tabelle Domande aperte Riassumere Parafrasi Traduzione Interpretazione testuale Comprensione globale

    (skimming)

    Comprensione detagliata (scanning)

    Ascoltare narrazioni Dettato

    Tecniche dascolto

  • Lo sviluppo dellabilit dascolto compito del docente analizzare e valutare il possibile effetto dellattivit proposta

    sui singoli studenti, anche vero che il percorso intrapreso

    allinterno della classe fa s che, a poco a poco, si possano

    livellare le competenze dei singoli, fornendo a tutti quelle

    abilit necessarie per affrontare le attivit.

  • Delicato e di grande importanza, lasciato spesso al singolo docente.

    importante che tutti i pezzi, tutte le componenti del percorso di apprendimento- insegnamento siano sviluppate in maniera armonica

    e integrata.

    Occorre fare grande attenzione allanalisi dei testi audio.

    Nella valutazione dei materiali per linsegnamento: indispensabile che i testi dascolto rispettino certe caratteristihe fondamentali quali

    la rispondenza a teorie dellapprendimento linguistico, ad esempio

    devono essere accompagnati da attivit variate ed essere di per s

    motivanti e vari.

    i testi dascolto vanno poi valutati sulla base del multisillabo in generale e del sillabo dascolto in particolare.

  • Labilit produttive: Parlare

    Imparare a parlare diventato la priorit della maggior parte degli

    studenti di lingua straniera. Nel caso ditaliano a stranieri insegnato allestero,

    la conversazione, cio dellabilit di produzione orale, deve essere sempre presente.

    Le caratteristiche di unattivt di produzzione

    orale che ottiene risultati positivi:

    Gli studenti si sentono a proprio agio e lo dimostrano interagendo in maniera corretta;

    Parlano molto e con le giuste dinamiche di coppia, classe o gupppo,

    Linteresse e la motivazione rimangono alti per tutta la durata dellattivit.

    Nella fase successiva allattivit gli studenti

    partecipano attivamente a un momento di autovalutazione

    e correzione della propria performance;

    Gli studenti usano la lingua di studio e non la propria

    madrelinga, cerando di superare con strategie idonee le

    conoscenze mancanti.

    Scopi principali della

    comunicazione orale:

    informare e interagire.

    Si tratta infatti di instaurare con la classe un rapporto basato un un contratto formativo.

  • Gestione dellinterazione:

    le scelte linguistiche e culturali necessarie per rendere efficace la comunicazione, esempio lopzione per un registro formale o informale.

    Lostacolo maggiore nella scelta della lingua si riscontra nellindivduare il giusto registro da proporre ai propri studenti.

    Per quanto riguarda la lingua italiana si stanno affermando sempre pi modelli di pronuncia che in parte modificano lo standard estendendo alla lingua italiana comune tratti tipici di parlate regionali.

    Tutto ci frutto di una costante evoluzione della lingua italiana che in particolare si esprime nel parlato.

  • Le differenza tra la lingua scritta e la lingua orale sono dunque notevoli. Litaliano orale solo da alcuni

    decenni si iffuso ome liga nazionale; quella scritta

    una lingua maggiormente controllata ed epurata da

    molti tratti di tipo locale e regionale.

    La fruizionen del testo orale, impedise di rielaborare il messaggio. Il risultato una lingu molto meno

    accurata, solitamente, rispetto a quella scritta.

  • Ci pare che latmosfera che si creerebbe in classe sarebbe quanto mai positiva e favorevole a un corretto processo di

    apprendimento linguistico.

    Le caratteristiche di unattivit di produzione orale :

    A) gli studenti si sentono a proprio agio e lo dimostrano interagendo in maniera corretta

    B) parlano molto e con le giuste dinamiche di coppia, classe o gruppo

    Linteresse e la motivazione rimangono alti per tutta la durata dellattivit

    C) Nella fase successiva allattivit gli studenti partecipano attivamente a un momento di autovalutazione e correzione della propria performance

    D) Gli studenti usano la lingua di studio e con la propria madrelingua, cerando di superare con strategie idonee le conoscenze mancanti.

  • Insegnare a parlare una delle priorit dellinsegnamen

Recommended

View more >