il movimento cranio sacrale - 2019. 9. 24.¢  il movimento cranio sacrale argomenti: 1)...

Download Il Movimento Cranio Sacrale - 2019. 9. 24.¢  Il Movimento Cranio Sacrale Argomenti: 1) Definizione MCS

Post on 02-Feb-2021

0 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • Il Movimento Cranio Sacrale

    Argomenti: 1) Definizione MCS. 2) I 5 elementi del MCS. 3) Motore. 4) LCR. 5) MTR. 6)Cranio. 7)Sacro. 8)Lesioni e adattamenti. di Gugliemo Donnaquio D.O. Pubblicato su Tuttosteopatia.it : GG/MM/AAAA Il Movimento Cranio Sacrale

    1) Definizione MCS 2) I 5 elementi del MCS 3) Motore 4) LCR 5) MTR 6) Cranio 7) Sacro 8) Lesioni e adattamenti

    MCS Il Movimento Cranio Sacrale è l’espressione tessutale di tutta una serie di adattamenti e passaggi specifici, che si ripetono da sempre. Secondo i principi Biodinamici, l’unica branca dell’Osteopatia a spingersi in una spiegazione completa, dal Motore Immobile o Dinamic Stillness, essenza definita esclusivamente dalla sua presenza: Dio, Natura, Biologia o altro, si sviluppa una Energia Pulsante, la Lunga Marea che a contatto con la Materia, sviluppa l’Allumage, l’Ignition o Scintilla che innesca la Vita nella Materia e nello specifico nell’Ovulo Femminile Fecondato dallo Sperma Maschile. Per definizione l’Ignition è “l’accensione del motore della vita, una scintilla elettrica generata dal Soffio della Vita”. Da questo stadio si sviluppa tutta una serie di cambiamenti nella vita cellulare dell’Ovulo Fecondato, dapprima ingrandisce il suo Citoplasma, poi sparisce la Membrana Nucleare e così via fino ad arrivare alla prima Divisione Cellulare. Questi cambiamenti non sono dettati da Geni Specifici ma dalla Lunga Marea stessa, sono quindi dettati direttamente dal Motore Immobile; è lo Stadio dei Liquidi che nel loro movimento creano delle direzioni facilitate di crescita e sviluppo cellulare i cosiddetti Corpi Fluidi. I Corpi Fluidi, vere e proprie direzioni obbligate per le cellule, dapprima producono i Foglietti Embrionari e poi collaborano con l’Azione Genetica nel messa in situ del Movimento Embrionario

    Sviluppo MCSSviluppo MCS

    VITA INTRAUTERINAVITA INTRAUTERINA

    TEMPO DEI LIQUIDI

    MOVIMENTO EMBRIONARIO

    MOVIMENTO CRANIO SACALE

    0 19°-21° giorno

    5°mese

    Compressione Colpo di frusta

    Dal “Momento Zero” al 14° giorno di vita intrauterina si ha la migrazione cellulare, quello che formerà i tre Foglietti Embrionari: Endotelio, Mesotelio ed Ectotelio. La fine di questo processo di sviluppo è la Gastrulazione, con la formazione e il posizionamento dei tre Foglietti.

  • Dal 14° al 19°-21° giorno si ha la formazione della Notocorda o Midline, con questa azione termina lo Stadio o il Tempo dei Liquidi e inizia lo Stadio del Movimento Embrionario propriamente detto, con l’azione diretta del Corredo Genetico. Dal Giorno Zero al Giorno 21 i Geni non intervengono, lo sviluppo è indotto dalla Lunga Marea che crea cambiamenti, prima sulla componente Liquida della Cellula, dopo sulla Morula. Solo a 5 mesi di Vita Intrauterina inizia il Movimento Cranio Sacrale, inizia con un proprio Ritmo, Ampiezza e Qualità, distinto per la prima volta da quello della Madre. Solo quando tutti gli organo sono formati e posizionati il bambino può produrre il proprio MCS, inizio della sua autonomia che lo porterà ad allontanarsi sempre di più dalla Madre. Fondamentale per lo sviluppo del MCS la maturità della Struttura Organica e la messa in funzione della Ghiandole Surrenali, che iniziano la loro funzione esattamente al 5° mese di vita intrauterina. Ciò rappresenta l’inizio della nostra vita emotiva, iniziamo a reagire con l’ambiente attraverso le nostre emozioni.

    SCINTILLA VITALE

    Movimento Cranio Sacrale-Energia Potenziale

    MOTORE IMMOBILE

    LUNGA MAREA

    Meccanismo Cranio-Sacrale Energia Cinetica

    ALLUMAGE

    Esistono differenze tra quello che possiamo definire MCS Potenziale e il MCS Cinetico. Il MCS Potenziale è il movimento che si esprime prima dello stadio di Allumage, quindi rappresentato dalla Lunga Marea e dal suo still point il Motore Immobile. Il MCS Cinetico è l’espressione nei tessuti viventi del movimento precedente ed è l’insieme di tutta una serie di movimenti indotti, che ne costituiscono la struttura e che formano il Motore del MCS Cinetico stesso.

  • OSSO

    MTR

    LCR

    MOTORESOFFIO VITALERESPIRO DELLA VITA

    MIDLINE

    MECCANISMO CRANIO SACRALE

    Come il Meccanismo Cranio Sacrale si manifesta in superficie-Energia Cinetica

    FASCIA

    Il Movimento Cranio Sacrale prevede un Motore; un sistema di trasmissione pluridirezionale, LCR; un sistema di distribuzione specifico, MTR; e un ricevente, il Cranio e l’Osso Sacro. Il Motore è il SNC, ma esso è a sua volta espressione:

    - MCS Potenziale - Movimento Embriologico - Movimento Arterioso - Movimento Venoso - Movimento legato alla Respirazione Toracica - Fluttuazione del LCR

    Per cui l’espansione e il ritorno del SNC è a sua volte frutto di tutta una serie di passaggi specifici, questo implica che il Movimento del SNC può andare in lesione alterando la funzione dell’organo stesso, visto che il SNC è la nostra centralina di comando, esso in lesione può alterare il controllo della nostra vita sia relazionale con gli altri che con noi stessi. Ecco perché alla domanda: “ quando fare Osteopatia Cranica?” La risposta è: “ Sempre!” Concettualmente si intende, quindi: Movimento Cranio Sacrale Potenziale: tutto ciò che esiste prima dell’Allumage. Movimento Cranio Sacrale Cinetico: è l’espressione tessutale del precedente e possiede caratteristiche di Ritmo, Ampiezza e Qualità. Meccanismo Cranio Sacrale: è l’insieme dei 5 elementi visti come ingranaggi di una funzione. Sistema Cranio Sacrale: è l’organo che produce il MCS Cinetico ed è il Cranio, la Colonna Vertebrale e l’Osso Sacro, con tutto gli annessi tessutali del Sistema.

  • SISTEMA CRANIO SACRALE

    SFERA ANTERIORE

    DISCHI INTERVERTEBRALIMANDIBOLA

    SFERA POSTERIORE

    OSSO SACROIl sistema prevede Livelli Ammortizzanti: Dischi Intervertebrali, Occlusione

    Il sistema prevede vari livelli di adattamento, questi sono tutte le strutture orizzontali del sistema stesso. Tutte le strutture orizzontali (occlusione, dischi intevertebrali, atm, ssb) per mantenere il sistema in funzione possono perdere di Verticalità sotto l’azione e il controllo delle MTR. Per cui tutti gli adattamenti a questo livello e su queste strutture non sono lesioni, ma meccanismi di difesa del MCS Cinetico.

    TORNA SU ▲ I 5 ELEMENTI DEL MCS Il Movimento Cranio Sacrale può evidenziarsi nei tessuti viventi grazie al Sistema Cranio Sacrale. Il Sistema prevede: il Cranio con le sue due sfere, il Sacro tra le Ali Iliache e la Quinta Vertebra Lombare, la Dura Madre che collega tutto e sistemi tampone come i Dischi Intervertebrali e l’Occlusione. Il Sistema comprende il Meccanismo Cranio Sacrale, che sostanzialmente è come una serie di ingranaggi di un orologio biologico che gestisce ed è influenzato dalla nostra vita quotidiana. Scandisce, coordina e dirige le nostre reazioni Neurovegetative ed è dipendente dalle nostre necessità Emotive e Biologiche. Il Sistema è formato da 5 Elementi:

    1) Motilità del SNC 2) Fluttuazione del LCR 3) Tensione delle MTR 4) Motilità e Mobilità delle Ossa Craniche 5) Motilità e Mobilità dell’Osso Sacro

    L’Allumage è la frontiera tra la Respirazione Primaria e l’organizzazione della Materia in Organismo Vivente. Il passaggio Biologico è la Fecondazione. L’Organismo Vivente a sua volta si organizza in Forma, che prevede due aspetti distinti ed estremamente dipendenti: la Funzione e la Struttura.

  • QUIETE DINAMICA

    SOFFIO DELLA VITA

    ALLUMAGE

    FORMA Funzione Struttura

    R E S P I R A Z I O N E

    P R I M A R I A

    La Funzione-Struttura si organizza intorno alla Notocorda o Midline, che mantiene per tutta la vita la sua reattività elettromagnetica rispetto alla verticalità, da qui nasce tutta la Terapia Polare di Nicholas Handoll D.O. e i Test Sulla Verticalità di Tensione e di Pressione, tra cui il più famoso è il Test degli Archi o come viene definito di Barral. La Notocorda nasce già sulla Placca Neurale Embriologica e si sviluppa nel Movimento dei Foglietti Embrionari, da questa struttura si crea tutto il SNC con il suo movimento e stadio per stadio tutto l’Organismo. Dal SNC con il suo movimento compare a 5 Mesi di Vita Intrauterina il MCS.

    TORNA SU ▲

    MOTORE Nella tradizione Biomeccanica del concetto Cranio-Sacrale il Motore è definito come la Motilità Inerente del SNC. Su questo punto centrale è giustificato da tutta una letteratura di eminenti Osteopati, che portano ipotesi sensate, per dimostrare l’esistenza di questo movimento di espansione e di ritorno del Cervello. Al di là delle varie teorie che, comunque evidenziano l’importanza dell’apporto Arterioso e della produzione del LCR in rapporto alle Suture della Volta, l’espansione del SNC è il fulcro dei 5 Elementi del MCS.

  • L’espansione del SNC è l’espressione della funzione dell’organo cervello, nel senso che, se è vero che il movimento è vita e sintomo di salute, più il SNC avrà la sua capacità fisiologica e più potrà svolgere correttamente le sue funzioni. Funzioni che spaziano dalle capacità cognitivo-intelletuali, alle emotivo-relazionali e al controllo neurologico del nostro mondo interno e di ciò che accade intorno a noi.

    Il controllo neurologico del mondo interno e ciò che accade intorno a noi, visto come insieme delle afferenze dall’esterno che devono essere valutate e tradotte dal SNC, sono