i modulo economia aziendale 2 - disa. ?· economia aziendale ... paoloni m., paoloni p. 2...

Download I MODULO ECONOMIA AZIENDALE 2 - disa. ?· ECONOMIA AZIENDALE ... Paoloni M., Paoloni P. 2 CLASSIFICAZIONE…

Post on 17-Feb-2019

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

ECONOMIA AZIENDALE II CANALE

PROF. PAOLA DEMARTINI

I MODULO ECONOMIA AZIENDALE 2

Materiale didattico disponibile sul sito del corso

Intr

oduzi

one

ed o

rien

tam

ento

all

o s

tudio

del

le a

zien

de,

P

aolo

ni

M., P

aolo

niP

.

1

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende,

Paoloni M., Paoloni P.

2

CLASSIFICAZIONE DELLE AZIENDE

Aziende

di erogazione

di produzione per lo scambio e per il mercato (Imprese)

di consumo

di erogazione in senso stretto

3

TIPOLOGIE DI AZIENDA DI EROGAZIONE

Sistema socio economico

che produce beni e/o servizi

per soddisfare bisogni di:

Azienda di erogazioneAzienda di consumo

Azienda di erogazione

in senso stretto

Associazioni culturali

Associazioni sportive

Enti morali di assistenza

e beneficenza

Enti che finanziano le

ricerche economiche o in

campo medico

ESEMPI:

ESEMPI:a) persone che stanno

allinterno dellazienda

stessa o che comunque

fanno capo ad essa

b) persone esterne

(beneficiari) nellinteresse

delle quali lazienda

stata istituita ed opera

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende,

Paoloni M., Paoloni P.

4

FINE DELLE AZIENDE DI EROGAZIONE

Realizzazione dei

FINI ISTITUZIONALI

(accrescimento delle risorse, dei beni e

dei servizi posti a disposizione dei

soggetti interessati)

- EFFICIENZA (bassi oneri unitari e

alti rendimenti)

- EQUILIBRIO (proventi = spese)

in condizioni di:

5

IL CICLO DELLE ATTIVITA

DELLE AZIENDE DI EROGAZIONE

Lattivit delle aziende di erogazione pu essere scomposta in 3 cicli fondamentali:

1) Ciclo operativo che si articola in 2 procedimenti:

- procedimento di produzione;

- procedimento di consumo/erogazione.

2) Ciclo finanziario come movimento di:

ENTRATE derivanti da:

- persone interne;

- persone esterne (non dai beneficiari);

- dal patrimonio;

- da una combinazione dei precedenti punti.

USCITE che attivano i processi produttivi.

3) Ciclo economico come movimento di:

- RENDITE/PROVENTI

- SPESE/ONERI

Se E = U PAREGGIO FINANZIARIO

Se E > U AVANZO FINANZIARIO

Se E < U DISAVANZO FINANZIARIO

Se Pr = Sp EQUILIBRIO ECONOMICO

Se Pr > Sp AVANZO ECONOMICO

Se Pr < Sp DISAVANZO ECONOMICO

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende,

Paoloni M., Paoloni P.

6

OGGETTO DELLA NOSTRA INDAGINE

LAZIENDA DI PRODUZIONE

soprattutto

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende, Paoloni M., Paoloni P. 7

AZIENDA DI PRODUZIONE

Definizione

Un sistema socio-economico che produce per il mercato beni e servizi

IMPRESA

O

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende, Paoloni M., Paoloni P. 8

SISTEMA AZIENDALE

INPUT OUTPUT

Introduzione ed orientamento allo studio delle

aziende, Paoloni M., Paoloni P.

9

SISTEMA AZIENDALE

INPUT OUTPUT

terra

lavoro

capitale

imprenditorialit

BENI

prodotti finiti

merci

servizi

FATTORI

PRODUTTIVI

FATTORI

PRODUTTIVI

COMBINATI

10

IMPRESE

Dallo scambio derivano i RICAVI che devono remunerare i FATTORI PRODUTTIVI utilizzati.

Produzione

C T L I

Vendita

Consumatori

Utilizzatori

Ricavi

Sistema di remunerazione dei fattori di produzione

Introduzione ed orientamento allo

studio delle aziende, Paoloni M.,

Paoloni P.

11

MODALITA DI REMUNERAZIONE

DEI FATTORI DI PRODUZIONE

Con riguardo alla remunerazione, i fattori di produzione possono essere distinti in due categorie

fondamentali.

1) fattori in posizione contrattuale per i quali la remunerazione stabilita da contratto e quindi :

- certa;

- fissa;

- prioritaria.

2) fattori in posizione residuale la cui remunerazione :

- eventuale;

- variabile;

- successiva.

Es: il lavoro, la materia prima, ecc..

Es: il capitale proprio investito nellattivit.

Introduzione ed orientamento allo studio delle

aziende, Paoloni M., Paoloni P.

12

RISCHIO DI IMPRESA

La remunerazione di TUTTI i FATTORI PRODUTTIVI, e quindi la realizzazione della

suddetta relazione tra COSTI e RICAVI di ESERCIZIO, non affatto sicura. Da cui:

Rischio

economico

generale

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende, Paoloni M., Paoloni P. 13

I SOGGETTI DELLIMPRESA

Allinterno dellIMPRESA

sempre possibile individuare 2 SOGGETTI:

Il SOGGETTO GIURIDICOIl SOGGETTO

ECONOMICO

il responsabile giuridico

dellattivit svolta

il responsabile delle scelte economiche

che muovono lattivit di impresa

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende,

Paoloni M., Paoloni P.

14

Il SOGGETTO GIURIDICO

Il soggetto giuridico consiste nella persona, gruppo di persone o

ente nel cui nome lattivit imprenditoriale viene esercitata e a cui

fanno capo i diritti e gli obblighi che da questa attivit derivano

Nel nostro ordinamento il soggetto giuridico pu essere:

- una persona fisica;

- una persona giuridica.

Entrambi hanno la capacit giuridica cio lattitudine ad essere

titolari di diritti da non confondere con la capacit di agire, cio la

capacit di costituire, modificare, estinguere rapporti giuridici.

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende,

Paoloni M., Paoloni P.

15

Il SOGGETTO GIURIDICO

Persona fisica

Secondo lart. 1 c.c. una persona fisica acquista la

capacit giuridica al momento della nascita.

Alcune persone fisiche sono limitate nella loro capacit di agire:

Secondo lart. 2 c.c. una persona fisica acquista la

capacit dagire al raggiungimento della maggiore et

(18 anni).

- minore - interdetto

- inabilitato

- lassente

o perch non hanno

raggiunto la maggiore et

o perch detta capacit stata

limitata successivamente da appositi

provvedimenti di un giudice

Introduzione ed orientamento allo studio delle aziende, Paoloni

M., Paoloni P.

16

Il SOGGETTO GIURIDICO

Persona fisica

minore

Pu essere soggetto giuridico ma deve operare tramite un curatore.

Se contrae matrimonio, diventa emancipato: - acquista la capacit di compiere atti di

ordinaria amministrazione;

- pu compiere atti di straordinaria

amministrazione solo con il consenso del

curatore e lautorizzazione del giudice tutelare;

- pu esercitare unimpresa commerciale

(acquistando cos piena capacit di agire) solo

se autorizzato dal Tribunale.

Introduzione ed orientamento allo

studio delle aziende, Paoloni M.,

Paoloni P.

17

Il SOGGETTO GIURIDICO

Persona fisica

interdetto

Pu essere interdetto il maggiore di et o il minore emancipato che si trovi in condizioni di

abituale infermit che lo rende incapace di provvedere ai propri interessi.

inabilitato

Pu essere soggetto giuridico ma deve operare tramite un curatore.

Pu essere interdetto il maggiore di et la cui infermit non tale da far luogo allinterdizione.

Pu essere soggetto giuridico ma deve operare tramite un curatore.

assente

Viene dichiarata assente una persona di cui non si abbia notizia da oltre due anni.

I suoi beni vengono gestiti sotto il controllo del Tribunale dai presunti successori legittimi o da

chiunque ragionevolmente creda di avere diritti sui beni dello scomparso.

18

Il SOGGETTO GIURIDICO

Persona giuridica

- nascono in seguito alla manifestazione di

volont di un ente pubblico, mediante

lemanazione di leggi o provvedimenti speciali

La capacit giuridica si acquista in base alla legge e in base ad un

particolare iter, diverso in funzione delle due seguenti fattispecie:

- sono soggette alle leggi e agli usi di diritto

pubblico

- sono regolate, nella costituzione e nel funzionamento,

dal codice civile

- perseguono fini di interesse generale - perseguono scopi privati

Recommended

View more >