Free 24 n.35 Estate 2012

Download Free 24 n.35 Estate 2012

Post on 28-Mar-2016

231 views

Category:

Documents

8 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Free 24 Speciale Estate 2012

TRANSCRIPT

<ul><li><p>magazine FRee-PReSS "SPeciale eState 2012"</p><p>neWS &amp; citY liFeedizione SALenTo </p><p>.itFREE-PRESS | a n n o 1 | n u m e r o 35 | estate 2012 </p><p>www.free24.it</p><p>NEWSITINERARIMAPPEEVENTI</p></li><li><p>3</p></li><li><p>EdIToRIAlE24Direttore</p><p>Alessandra CaputoCommerciale</p><p>Alessandro PerchinennaEdizione</p><p>Free Salento srl</p><p>Grafica e impaginazione Letizia Taveri - Alessandro Perchinenna</p><p>Pubblicit e StampaPubblidea di Perchinenna Alessandro - Stampa </p><p>Sud SpA</p><p>RedazioneFrancesco Marchionna_Simone AretanoMichele Lamacchia_Antonio Mingolla</p><p>Danny Vitale_ Giuseppe RolloFrancesca Totleben_Alessandro Muccio</p><p>CopertinaFoto tratta dal catalogo: </p><p>Brindisi 1927-1943 da capoluogo a capitale."I progetti, le architetture</p><p>Per la pubblicit348 9969774 - 3486035144</p><p>info@pubblidea.eu</p><p>Per le notizieredazione@freebrindisi.it</p><p>info@free24.it</p><p>www.free24.it</p><p>Con lestate, Free24 diventa "Speciale". Ci rinnoviamo, ma non perdiamo lidentit. Cambia il formato, pi piccolo e maneggevole, da poter mettere in borsa o sfogliare comodamen-te in spiaggia. Pi pagine e rubriche, ampio spazio agli eventi in program-mazione nel Salento (concerti, mostre, festival, sagre), percorsi archeologici per chi ama lavven-tura e per chi non pu rinunciare alla buona cucina, una finestra sui sapori tipici della nostra ter-ra. Insomma, a portata di mano un vademecum per unestate da vivere tra cultura e relax. Distribuito a Brindisi, Lecce e Taranto, il magazine sar una finestra sulle tre citt, allinsegna di una informazione sempre pi ampia e articolata.Non ultimo, una maggiore inte-razione con il web e con lApp Free 24. News (locali e nazionali) aggiornate in tempo reale e la possibilit per lutente di amplia-re le informazioni inserendo per-sonalmente notizie, foto e video. Con Free24 potrete sfogliare le prime pagine dei principali quotidiani o ricercare le noti-zie per parole chiave, selezio-nare, salvare e condividere ar-ticoli, guardare i videogiornali. Se volete esserre connessi con il mondo in tempo reale Free24 l'applicazione di cui avete bi-sogno. Non dovete far altro che scaricarla. gratis!Che dire di pi Buona lettura e buona estate. alessandra.caputo@freebrindisi.it</p><p>NEWSATTUALIT - POLITICAINCONTRI - SPORT 5</p><p>eveNTI - TeATROmUSICA - SPeTTACOLO</p><p>APPuNTAmENTi</p><p>39</p><p>PeRCORSI TURISTICIeNOgASTRONOmICI</p><p>ArChEoLogiA</p><p>21</p><p>eSTATe SALeNTINAFoCuS</p><p>10</p><p>facebook.com/free24newsyoutube.com/freebrindisi</p><p>18salento SPeCIALe eSTATe</p><p>3</p><p>Registrazione Tribunale di Brindisi n. 8/11 Reg. Stampa del 04/11/2011</p><p>ANNO 1 - NumerO 35lugliO/AgOSTO 2012in abbinamento gratuito con il quotidiano Senzacolonne</p><p>salento</p></li><li><p>main sponsorwww.free24.it</p></li><li><p>INGHILTERRAIl volto come cartellone pubblicitario In tempo di crisi aguzzare lin-gegno diventa una questio-ne di sopravvivenza. Lo san-no bene ross harper ed Ed moyse. I due ventunenni britannici, ex studente di eco-nomia luno, in neuroscienze laltro, hanno pensato di dare in affitto il volto a scopo pro-mozionale per coprire il debito contratto per pagare gli studi universitari (50mila sterline). La formula? Laffittato a giorna-te, prezzi modici, la possibilit per il cliente di scegliere tra un messaggio o un logo e limpe-gno da parte dei due studenti di fare una pubblicit a tappe-to. Ogni giorno Ed e Ross scor-razzano per le strade del centro di Londra attirando la curiosit dei turisti. E per i clienti pi esi-gente previsto un surplus. Al prezzo di 400 euro i due ragazzi sono disponibili a completa-re la pubblicit con acrobazie spettacolari come paracadutar-si o tuffarsi in fiumi ghiacciati. Idea improbabile direte voi. Tuttaltro. il sito (buymyface.com) conta 7mila visite al giorno, guance e fronti dei due studenti sono affittate per i prossimi mesi, pi della met del debito universitario contratto stata coperta. </p><p>STATI UNITIFacebook: un futuro da LinkedIn?</p><p>Facebook potrebbe trasforma-re il proprio network in una piattaforma per i contatti di lavoro, per cercare professiona-lit o per mettere in vetrina la propria. I lavori, secondo quan-to trapela dal gruppo di Mark Zuckerberg, sarebbero gi in atto. Lopportunit inoltre de-finita dai numeri: 900 milioni di persone che intuiscono la pos-sibilit di trovare o offrire lavo-ro sono unarma di grandissimo potenziale, di fronte al quale Linkedin pu opporre soltan-to una maggior qualit relativa della struttura creata nel frat-tempo. Se ogni utente Facebo-ok avesse la possibilit di filtrare la propria timeline per mettere a disposizione un profilo che da diario diventa curriculum, e se ogni azienda potesse cer-care le migliori professionalit partendo da unimmensa colle-zione di informazioni personali di pubblica reperibilit, allora la scintilla potrebbe scoccare. </p><p>AUSTRALIAArriva la tassa per linquinamento</p><p>Si chiama Carbon Tax ed stata approvata da pochi giorni da Julia Gillard, presidente del governo australiano. In cosa consiste? una vera e propria tassa sullinquinamento che impone alle aziende che inquinano di pi il pagamento di 23 dollari australiani (circa 18 euro) per ogni tonnellata prodotta di gas serra. Il governo ritiene che la tassa </p><p>sulle emissioni sia lunico modo per riuscire a rispettare gli impegni internazionali sulla riduzione dellemissione dei gas serra. Infatti, lAustralia contribuisce per circa l1,5% allinquinamento mondiale, capeggiando la classifica dei paesi a pi alto tasso di emissioni inquinanti per persona. Questa imposta, secondo la BBC, colpir circa 300 grandi industrie del paese, soprattutto tra le compagnie minerarie, aeree ed energetiche. </p><p>INGHILTERRAUn ombrello per aumentare il segnale del cellulareVodafone ha presentato il pro-totipo di un ombrello che, oltre a svolgere la normale funzione di riparare dalla pioggia quan-do piove, in grado anche di ricaricare il cellulare quando c il sole, e di potenziare il se-gnale del cellulare.Lombrello, sviluppato dal ricer-catore Kenneth Tong dellU-niversity College London, dotato di pannelli solari sopra il tessuto, di unantenna inte-grata e una porta USB sul ma-nico. In questo modo in gra-do di generare una corrente a 12 Volt che pu essere usata per ricaricare il cellulare. Inol-tre lombrello dotato di un alloggiamento per il cellulare, in modo da poterlo usare sen-za avere le mani impegnate. Il peso di soli 800 grammi, quindi non c un incremento di peso eccessivo rispetto ad un normale ombrello. Se James Bond avesse avuto il cellulare... </p><p>NEWS dAl MoNdo24</p><p>5</p></li><li><p>NEWS dAl MoNdo</p><p>GIAppoNEOcchiali cibernetici</p><p>I primi sono stati i google glass, occhiali futuristici con i quali sar possibile gestire molte delle funzionalit che attualmente vengono fruite tramite smartphone. Una piccola lente attaccata a una montatura sufficiente per inviare una e-mail, leggere i messaggi, scattare foto, ascoltare musica, vedere unfilmatoo magari registrarne uno. Ma per attendere i futuristici occhiali intelligenti di Google bisogner aspettare almeno il 2014 e c gi chi, tra i concorrenti, si fa gi avanti. Arriva da casa olympus il primo rivale dellocchiale ultra-tecnologico dei big di mountain View. mEg4.0 il nome del prototipo nipponico pensato per adattarsi anche alle esigenze di chi porta un paio di occhiali da vista. Inforcando i super occhiali si potr avere accesso a foto, video, chiamare e videochiamare attraverso una full-immersion nella realt aumentata. Ma c di pi. Olympus punta a creare anche un apparecchio che ci consenta di registrare i nostri spostamenti, non solo previa connessione Internet o GPS, ma anche attraverso la cattura di fotografie e video digitali. Il prototipo attuale pu fornire fino a 8 ore di uso intermittente o 2 ore di uso non-stop. </p><p>GIAppoNEPrese di corrente intelligentiNuova tecnologia applicata alle prese di corrente elettrica: la Sony ha presentato le </p><p>"prese di correnti intelligenti". Le Smart Sockets permettono di fornire la corretta quantit di energia in base al dispositivo che viene connesso, regolandola automaticamente e utilizzando sempre un unico tipo di connettore.Evidente il vantaggio in termini di risparmio energetico, di comodit e di rispetto dellambiente. Tra le novit tecnologiche del momento ci sono anche le preseUSB capaci di concatenarsi insieme. Per il momento si tratta solo di un concepts, non esiste ancora qualcosa di reale e commercializzabile, ma lidea davvero innovativa.Le HUB USB di questo genere permetterebbero di risparmiare spazio e soprattutto di non avere centinaia di fili dietro al computer.</p><p>CILERiciclo creativo: mozziconi di sigaretta</p><p>Sono tanti coloro che hanno intrapreso una strada per utilizzare i mozziconi in ottica di riciclo creativo, e forse stavolta la direzione, imboccata dal Cile, quella giusta. Alexandra guerrero, designer sudamericana, ha pensato di realizzare una divertente e un p irriverente collezione di abiti di moda partendo proprio dai mozziconi di sigaretta gettati via. Le strade di Santiago del Cile </p><p>sono letteralmente cosparse di mozziconi che Alexandra ha raccolto e trattato in autoclave, ottenendo fibre per poter creare borse, cappelli e allegri poncho. Tramite questo processo, infatti, i mozziconi subiscono un profondo processo di sterilizzazione che li rende perfettamente riutilizzabili per le creazioni della designer. Le fibre ricavate da Alexandra sono state mixate con altre naturali come la lana, e il risultato stato bello e sorprendente, a tal punto che la societ di cui la stilista a capo, Mantis, ha deciso di produrre e commercializzare i prodotti.</p><p>SCoZIAMobili e tegole dai pannolini</p><p>Da rifiuti a elementi di arredamento.Succede in Scozia, dove sono stati introdotti nuovi contenitori per la spazzatura per raccogliere e differenziare i pannolini sporchi usa e getta, che diventeranno tegole, panchine e mobili da esterno. I pannolini delle 36.000 famiglie coinvolte nel progetto vengono portati in un impianto specializzato nel riciclo e trasformati nei materiali base per costruire oggetti di uso comune. Anche in Francia si stanno tentando progetti simili e si sta studiando il sistema per riuscire a utilizzare il rifiuto organico per produrre energia, la plastica isolata dai pannolini per fabbricare nuovi oggetti e unaltra parte organica per mettere a punto del concime.</p><p>24</p><p>6</p></li><li><p>Nuove costruzioni a pochi metri dalla spiaggia nella Marina di Lendinuso al confine tra Lecce e Brindisi.</p><p>PER INFORMAZIONI TEL. 348 60 35 144</p></li><li><p>NEWS ITAlIA</p><p>Sviluppo sostenibile sul mare</p><p>Barche a propulsione ibrida: un progetto made in Italy che po-trebbe rivoluzionare il mondo della nautica. Lingegnosa idea di tre ragazzi sardi, Andrea Columbu, giovanni Vacca e mauro Bandini, accomunati dalla passione per il mare. In cosa consiste? Nel costruire barche di ultima generazione con materiali eco-compatibili, utilizzando le tecnologie rin-novabili. Primo step, la realizza-zione del Solar yacht techno-logy, un pannello fotovoltaico a concentrazione, sul quale i tre ragazzi stanno lavorando insie-me allUniversit di Cagliari e unaltra societ del capoluogo. Lobiettivo, se centrato, permet-terebbe grandi convenienze dal punto di vista economico e ambientale. Applicando pan-nelli fotovoltaici agli yacht, si risparmierebbero i costi del carburante e si eliminerebbe ogni forma di inquinamento.</p><p>Quando i passeggeri muovono il bus</p><p>Lingegnosa trovata viene dal-la quarta classe dellISIS Fac-chinetti di Castellanza, Varese. A seguito dei continui rincari del prezzo dei biglietti, questi ragazzi hanno progettato un bus in grado di muoversi grazie </p><p>a un sistema di produzione di energia elettrica basata sullo sfruttamento dellenergia ci-netica generata dal peso dei passeggeri che frequentano il mezzo pubblico. Non solo. Il peso di chi viene trasportato alimenterebbe anche limpian-to di illuminazione e di refrige-razione e riscaldamento. Il cuo-re del progetto il dispositivo denominato Ecoload, in grado di trasformare lenergia cineti-ca del peso dei passeggeri che salgono e si muovono su un mezzo di trasporto pubblico, in energia pulita, che potr prov-vedere al 60% del fabbisogno energetico dellautobus, del treno o della metropolitana. Ci possibile tramite la com-pressione del doppio strato di pavimentazione presente sul veicolo. La variazione di corrente ottenuta dovuta alla variazione del numero di passeggeri che lautobus sta trasportando. La corrente ge-nerata dal dispositivo proget-tato tanto maggiore quanto maggiore il numero di pas-seggeri trasportati dal mezzo. Lapplicazione del dispositivo consentirebbe un risparmio sul consumo di carburante del 22-24% e di conseguenza un ulteriore abbattimento di emissione di anidride carbo-nica e particolato. Linstallazio-ne di Ecoload su 100 autobus consentirebbe in soli sei mesi di raggiungere un significati-vo dato ambientale: riduzione dellemissione nellambiente di 2 tonnellate di particolato, 5,8 tonnellate di idrocarbu-ri incombusti, 23 tonnellate di monossido di carbonio, 35 tonnellate di ossidi di azoto e 537 tonnellate di anidride car-bonica. Unazienda locale che sviluppa sensori si detta inte-ressata a migliorare il progetto e la Mercedes ha offerto un aiu-to sul piano meccanico. </p><p>BR - LE - TA UNITELa stretta sui costi della politica non risparmia niente e nessuno (o quasi). Dopo la salomonica decisione contenuta nel decre-to Salva Italia del governo Mon-ti di eliminare le Province con il trasferimento delle funzioni a Comuni e Regioni, la volta del progetto messo a punto dal mi-nistro alla Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi. Un com-promesso che non rinuncia a tagli e soppressioni. Il piano B prevede la ridu-zione da 107 a 54 del numero di Province, in base a criteri principalmente quantitativi: si salverebbero solo quelle con un territorio superiore ai 3mila chilometri quadrati, con pi di 50 comuni e pi di 350 mila abitanti.Stando ai diktat del governo, quindi, per Brindisi e Taranto il destino sembrerebbe segnato: insieme inunica entit territo-riale e amministrativa. E Lecce? Potrebbe essere accorpata alle altre due in nome di una ogget-tiva unit storica e geografica che rimanda a quella che fu la Terra dOtranto. Una idea non proprio nuova da un certo pun-to di vista. Da tempo si andava consolidando la convinzione di quanto fosse radicata la co-munione fra le tre Province in relazione alle proprie caratte-ristiche paesaggistiche, cultu-rali e strutturali. Convinzione concretizzatasi in un marchio, Terre del Salento, e in accordi finalizzati a unattivit congiun-ta di marketing territoriale e turistico sinergico. Perch pur mantenendo ognuna le rispet-tive peculiarit, Brindisi, Lecce e Taranto si completano reci-procamente e ben si prestano a uno sviluppo comune. Uno sviluppo aperto agli scenari del futuro.</p><p>24</p><p>8</p></li><li><p>Dimagrire grazie allacquaBere due bicchieri dacqua prima di ogni pasto contri-buirebbe a regolamentare lassunzione del cibo e, quindi, a limitare le calo-rie ingerite fino a favorire il dimagrimento. quanto sostiene uno studio del Virginia Tech riportato dal magazine online In a Bot-tle. I ricercatori hanno monitorato 48 adulti in sovrappeso dai 55 anni ai 75 anni, i qua-li hanno seguito una dieta ipocalorica per circa tre mesi (1.200 calorie al giorno per le donne e 1.500 calorie al giorno per gl...</p></li></ul>