DOCUMENTO CONCLUSIVO - ?· 134 pag. 139 pag. 139 pag. 145 pag. 145 pag. 146 pag. 149 pag. 152 pag. 152…

Download DOCUMENTO CONCLUSIVO - ?· 134 pag. 139 pag. 139 pag. 145 pag. 145 pag. 146 pag. 149 pag. 152 pag. 152…

Post on 04-Oct-2018

212 views

Category:

Documents

0 download

Embed Size (px)

TRANSCRIPT

  • COMMISSIONE PARLAMENTARE D'INCHIESTA

    CONCERNENTE IL (DOSSIER MITROKHIN))

    E L'ATTIVIT D'INTELLIGENCE ITALIANA

    (istituita con legge 7 maggio 2002, n. 90)

    SENATO DELLA REPUBBLICA - (AMERA DEI DEPUTATI COMMISSIONE P ~ . : L A I I E K T A R ~ D I INCHIESTA

    CONCERNEflTl 11 O!)SSlW MI lROKHIN E L'ATTIVITA Di INTELLIGENCE ITALIANA

    DOCUMENTO CONCLUSIVO SULL'ATTIVIT SVOLTA E SUI RISULTATI DELLIINCHIESTA

    presentato dai commissari del centrosinistra

    Bielli, deputato; Duilio, deputato; Giordano, deputato; Marino, senatore; Zancan, senatore;

    Albonetti, deputato; Carboni, deputato; Cavallaro, senatore; Dato, senatrice;

  • PREMESSA

    PARTE PRIMA

    L'ATTIVITA' ISTRUTTOiUA SVOLTA SULL'OPERAZIONE IMPEDIAN

    Capitolo primo

    LE ORIGINI DEL DOCUMENTO

    1 .l. 1. La vicenda di Vasilij Mitrokhin pag. I O

    1.1.2. I1 debriehg pag. I5

    1.1.3. Le valutazioni delia Commissione britannica sulla gestione deli'operazione pag. 18

    1 . l .4. Le valutazioni deiia Commissione britannica suila gestione della pubblicazione pag. 20

    1.1.5. Le dichiarazioni del ministro Straw pag. 24

    1.1.6. Le valutazioni britanniche sulla documentazione e suila fonte pag. 26

    1.2 Il problema deile fonti pag. 30

    Capitolo secondo

    IL DOSSIER IMPEDIAN DAL SERVIZIO BRITANNICO AL SISMI pag. 37

    2.1. L'anivo del dossier Impedian ai SISMI pag. 37

    2.2. I1 mancato incontro con la fonte Impedian pag. 47

    2.3. Confronto tra l'operazione Impedian e le operazioni Ovation, Rodo, Pravo, Isba pag. 52

    2.4. Sviluppo deil'atiivit info-operativa pag. 56 2.4.1. Suiio spostamento deiia documentazione al reparto di I divisione pug. 61

    2.5. Funzionari pubblici pag. 63

    2.6. Sull'infonnativa d'autorit giudiziaria pag. 67

    2.7. Sull'informativa al CESIS e ai SISDE pag. 73 I

  • 2.8. Valutazione del SISMI circa l'attendibilit del assier Impedian

    2.9. Valutazioni del SISMI circa le minacce alla sicurezza dello Stato

    pag. 74

    pag. 79

    Capitolo terzo

    IL DOSSIER IMPEDIAN DAL SISMI ALL'ESECUTIVO pag. 85

    3.1 .l. L'informativa al governo Dini pag. 85

    3.1.2. I "casi" Santoro e Silvesm pag. 90

    3.2.1. L'informativa al ministro della difesa pro tempore Andreatta (governo Prodi) pag. 91

    3.2.2. L'informativa al presidente del Consiglio pro tempore Romano Frodi pag. 95

    3.2.3. I protocolli del SISMI pag. 98

    3.3.1. L'informativa al governo D'Alema pag. 100

    3.3.2. L'audizione del presidente del Consiglio pro tempore D'Alema pag. 104

    Capitolo quarto

    DALLA "BOZZA" AL LIBRO DI ANDREW E MITROKHIN

    4.1. La cronologia

    4.2. La responsabilit delle modifiche

    4.2.1. Le modifiche: Conforto e Cossutta

    4.2.2. Le altre modifiche

    pag. 107

    pag. 107

    pag. 109

    pag. 110

    pag. 117

    Capitolo quinto

    IL DOSSIER MITROKHIN NEI PAESI DELL'ALLFLANZA ATLANTICA pag. 125

    5.1. La trasmissione dei q o r t a i Servizi di collegamento

    5.2. I risultati dell'intefhgence

    5.3. I risultati giudiziari in Europa

    5.4. I risultati giudiziari negli Stati Uniti I1

    pag. 125

    pag. 126

    pag. 129

    pag. 132

  • 5.5. I1 caso Lipka e la pubblicazione deil'archivio

    Capitolo sesto

    ESITI GIUDIZIARI ITALLANI

    6.1. Gli esiti giudiziari in Italia

    Capitolo settimo

    CONCLUSIONI

    7.1. Sull'identit e il molo di Vasilij Mittokbin

    7.2. La trattazione del riossier Mittokhin da parte del SISMI

    7.3. I1 hssierImpedian dal SISMI aii'Esecutivo

    7.4. Daiia bozza al libro di Andrew e Mittokhin

    7.5. I1 riosierMitrokbin nei paesi dell'Alleanza atlantica

    7.6. Conclusioni

    pag. 134

    pag. 139

    pag. 139

    pag. 145

    pag. 145

    pag. 146

    pag. 149

    pag. 152

    pag. 152

    pag. 154

  • PARTE SECONDA

    GLI ALTRI ARGOMENTI DELL'INCHIESTA

    Capitolo primo

    IL DELImO MORO

    1 . l . L'operazione di disinformazione

    1.2. La vicenda di Giorgio Conforto

    1.3. L'arresto di Giuliana Conforto

    1.4. La vicenda di Sergei F. Sokolov

    1.5. La vicenda di via Gradoli

    Capitolo secondo

    L'A7TENTATO A GIOVANNI PAOLO I1

    2.1. I1 fatto

    2.2. La vicenda processuale

    2.3. I percorsi d'indagme emersi

    2.4. Le molte versioni di Agca

    2.5. La nascita della pista bulgara

    2.6. I Lupi grigi

    2.7. L'informativa De Marenches

    2.8. I Servizi italiani

    2.9. I Servizi del'Est

    2.10. La CL4 e la pista bulgara

    2.1 1. La delegazione bulgara

    2.12. La lettera del 1997

    2.13. Conclusioni

    pag. 155

    pag. 155

    pag. 157

    pag. 160

    pag. 164

    pag. 170

    pag. 173

    pag. 173

    pag. 174

    pag. 175

    pag. l77

    pag. l78

    pag. 184

    pag. 190

    pag. 193

    pag. 195

    pag. 200

    pag. 205

    pag. 213

    pag. 219

  • Capitolo terzo

    LA STRAGE DI BOLOGNA

    3.1. La presenza di Thomas Ktam in Italia nel 1979-80

    3.2. La presenza di Thomas Kram a Bologna il 2 agosto 1980

    3.3. Kram dopo la strage del 2 agosto 1980

    3.4. I1 ruolo di Kram nelle Revolutionare ZeUen (Cellule Rivoluzionarie)

    3.5. Kram e il "quadro di comando" del Gruppo Carlos

    3.6. Sulla presenza di Chnsta Margot Frolich a Bologna il 2 agosto 1980

    3.7. Suli'esplosivo impiegato dalle RZ, dal Gmppo Carlos e neila strage di Bologna

    3.8. Kram nella valutazione della Procura di Bologna

    3.9. Ruolo e attivit di Abu Saleh Anzeh

    3.10. Saleh, Carlos e gh estremisti di destra

    3.1 1. Gli arresti di Ortona e la strage di Bologna

    3.12. Sulla presenza di Carlos a Bologna

    3.13. L'ongme deila pista hbanese e deila pista internazionale

    Capitolo quarto

    IL GRUPPO CARLOS

    4.1. I documenti

    4.2. Mitrokhin e i paesi dell'Est comunista

    4.3. Una smagliatura in un blocco non proprio omogeneo

    4.4. Brigate Rosse e Italia

    4.5. I1 treno 904

    pag. 225

    pag. 226

    pag. 229

    pag. 23 1

    pag. 234

    pag. 237

    pag. 239

    pag. 240

    pag. 242

    pag. 245

    pag. 248

    pag. 250

    pag. 257

    pag. 258

    pag. 263

    pag. 263

    pag. 265

    pag. 274

    pag. 277

    pag. 287

  • PREMESSA

    In premessa alla Relazione di minoranza sull'attivit istruttoria svolta sull'operazione

    Impedian, nel dicembre 2004, scrivevamo:

    "I1 tentativo, portato avanti dalla Casa delle libert, di accreditare che il SISMI avrebbe

    occultato il materiale Impedian su input del Governo - oltre che offensivo - destituito di ogni

    fondamento, non supportato da alcun documento agli atti della Commissione e nemmeno adombrato

    da alcuno degli auditi.

    Di tale 'strategia dell'infondatezza' perno il presidente Guzzanti, che svolge due ruoli: non

    solo presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta ma anche il sostenitore della tesi

    accusatoria, che come giornalista poi amplifica sulla stampa, con la conseguenza che in Commissione

    si assiste ad un gioco di rimandi per cui dove si cerca il Presidente si trova il giornalista e viceversa.

    Questo intreccio di potere mediatico e potere istituzionale rende impossibile pervenire ad una

    'condivisione' dell'intera vicenda, ma rende persino difficile anche ogni piccolo progresso comune

    sulla via dell'accertamento della verit.

    ragionevole ritenere che solo l'awenturismo, la leggerezza istituzionale e il settarismo per

    amor di tesi che allignano in alcuni settori della Casa delle libert abbiano animato questa vicenda. A

    questa 'strategia dell'infondatezza', come forze dell'opposizione opponiamo una ricostruzione

    obiettiva della vicenda relativa al dossier Mitrokhi, nel rispetto delle istituzioni e sulla base oggettiva

    dei fatti, dei riscontri documentali, delle audizioni svolte, e consegniamo alle Camere questa

    relazione".

    A distanza di oltre un anno la situazione , se possibile, peggiorata. L'indagine sulla formazione

    del dossier Mitrokhin, sul contributo dell'intelligence italiana all'inchiesta del collegato britannico,

    sulle vicende relative alle informazioni che il SISMI fom ai governi e alle direttive che ne derivarono

    e, infine, sui casi della pubblicazione del dossier si era largamente esaurita nella prima met della

    legislatura senza che l'accusa rivolta dalla relazione di maggioranza ai servizi italiani d'intelligente e

    al governo del Paese fosse stata minimamente provata n sul terreno politico n su quello giudiziario.

    L'ulteriore documentazione recentemente pervenuta dalla Gran Bretagna ha peraltro confermato la

    ricostruzione storica da noi compiuta, aggiungendo anche alcune informazioni che convalidano il

    quadro gi delineato.

    1

  • Si avviato infine verso la conclusione, con la richiesta di archiviazione da parte della procura

    della Repubblica di Roma, l'iter della bizzarra denuncia presentata dal presidente Guzzanti, il quale,

    sulla base di una relazione predisposta da un consulente, aveva interessato l'autorit giudiziaria -

    agendo da "privato cittadino" e secondo una procedura del tutto irrituale - nel tentativo di rilanciare le

    accuse che nella prima fase dell'attivit della Commissione la maggioranza non era riuscita a provare.

    Dinanzi a questo fallimento - che ha messo in discussione la stessa ragion d'essere della

    Commissione, costituita dalla maggioranza parlamentare pi p

Recommended

View more >