bilancio di missione 2012 - arci liguria

Download Bilancio di Missione 2012 - ARCI Liguria

Post on 29-Mar-2016

215 views

Category:

Documents

2 download

Embed Size (px)

DESCRIPTION

Numero zero

TRANSCRIPT

  • BILANCIO DI MISSIONE2012

    ARCILIGURIA.IT

    NUMEROZERO

  • 2DICHIARAZIONE DI MISSIONE

    SIAMO una grande associazione popolare: cinquemila circoli, pi di un milione di soci. Donne e uomini che hanno liberamente scelto di impegnarsi per promuovere emancipa-zione attraverso lautorganizzazione e la partecipazione. Siamo eredi di unantica tradizione mutualistica e di una lunga storia associativa, quella dei movimenti popolari che hanno contri-buito a costruire e consolidare la democrazia italiana fondata sulla Costituzione.

    CREDIAMO nella libert e nella dignit di ogni essere umano, nelluguaglianza dei diritti e nella giustizia sociale, nel rispetto delle differenze, nei diritti della Terra, nella con-vivenza e nelluguaglianza fra i popoli. Crediamo nel valore della conoscenza e delle culture, nella libert di pensiero e di espressione. Crediamo in una societ nonviolenta, accogliente e solidale, laica e pluralista, capace di realizzare convivenza e coesione sociale. Crediamo che sia possibile assicurare a tutti e tutte benessere, distribuire in modo equo le risorse, vincolare leconomia al rispetto dei beni comuni, dellambiente, dei diritti sociali e del lavoro.

  • 3I NOSTRI CIRCOLI operano per lanimazione sociale e culturale delle comunit locali, immersi nei mutamenti che le attraversano; sono un laboratorio di idee e di pratiche per il cambiamento. Promuovono ricreazione e cultura, buona socia-lit, qualit delle relazioni umane e degli stili di vita, cultura e pratica dei diritti, responsabilit e cittadinanza attiva.

    FACCIAMO ASSOCIAZIONISMO per promuo-vere e favorire lazione collettiva dei cittadini nellinteresse generale. Operiamo per promuovere il diritto al libero asso-ciazionismo, il volontariato, lo sviluppo del terzo settore e delleconomia civile, la sussidiariet e la piena realizzazione della democrazia partecipativa. Abbiamo fiducia nelle persone, nella loro capacit di contribuire a un futuro migliore, dove non ci sia pi spazio per lingiustizia di cui oggi pieno il mondo.

    DI ARCI NAZIONALE

  • 4LA LIGURIA IN NUMERI*

    LA POPOLAZIONE RESIDENTE

    Al 9 ottobre 2011 la popolazione residente in Liguria costituita dalle persone che vi hanno dimora abituale pari a 1.570.694 individui, dei quali 828.722 femmine (52,8%) e 741.972 maschi. La densit abitativa sul territorio (5420 km2 in totale) di 289,7 abitanti per Km2.

    STRUTTURA PER ET DELLA POPOLAZIONE

    Riguardo alla struttura per et della popolazione si evidenzia che nelle pro-vince di Imperia e Savona lunica classe di et che presenta una variazione negativa quella (15-39) dove si registrano riduzioni della popolazione resi-dente pari al 10,9% e al 16,6% rispettivamente. Nelle province di Genova e La Spezia, invece, si riduce sia la popolazione residente di et compresa fra i 15 e i 39 anni (variazioni pari a 18,9% e 16,2% rispettivamente) sia la popolazione residente di et compresa tra i 65 e i 79 anni (variazioni pari a 3,8% e 2,9% rispettivamente).

  • 5IDENTIT

    Nel Prospetto 1.4 sono riportati alcuni indicatori sintetici della struttura per et ai due ultimi Censimenti basati sulla (convenzionale) ripartizione della popo-lazione in tre categorie: le et pre-lavorative (da 0 a 14 anni), le et lavorative (da 15 a 64 anni) e le et post lavorative (65 anni e oltre). Si tratta dellIndice di vecchiaia, dato 12 dal rapporto percentuale tra ultrasessantacinquenni e popolazione con meno di 15 anni, dellIndice di dipendenza dei giovani (rap-porto percentuale tra popolazione con meno di 15 anni e popolazione da 15 a 64 anni), dellIndice di dipendenza degli anziani (rapporto percentuale tra le persone nelle et post lavorative e quelle nelle et lavorative) e dellIndice di carico sociale (somma dei due indici di dipendenza). Nei 10 anni tra le due rilevazioni censuarie lIndice di vecchiaia si riduce leggermente, passando dal 241,6% al 238,4% (si veda anche il Cartogramma 1.4). LIndice di dipendenza dei giovani passa dal 16,6% al 18,9%; lIndice di dipendenza degli anziani invece varia dal 40,1% al 45,0% e quello totale dal 56,7% al 63,9%. La Liguria la regione italiana che presenta il maggiore squilibrio fra gene-razioni: si contano 238 anziani (persone con 65 anni e pi) ogni 100 giovani (persone con meno di 15 anni) contro i 190 del Friuli Venezia Giulia, che la seconda regione pi vecchia dItalia, e oltre il doppio della Campania (102), che la regione pi giovane dItalia.

    I CITTADINI STRANIERI

    Con riferimento alla componente straniera il campo di osservazione del cen-simento comprende le persone che risultano abitualmente dimoranti in Italia e che non hanno cittadinanza italiana, inclusi gli apolidi. Per gli stranieri non comunitari, il requisito per essere censiti come residenti, oltre alla dimora abituale, il possesso di un regolare titolo a soggiornare in Italia (un valido permesso di soggiorno o la richiesta di rinnovo o di primo rilascio del permesso oppure il nulla osta allingresso in Italia per ricongiungimento familiare o per motivi di lavoro). nellarco dellultimo decennio intercensuario la popolazione straniera abitualmente dimorante in Liguria triplicata, passando da 35.948 a 14111.416 unit. Un incremento di pari entit si registra anche nellincidenza degli stranieri sul totale della popolazione residente, che sale da 22,9 a 70,9 stranieri per mille censiti. oltre la met dei cittadini stranieri residenti in Liguria dimora abitualmente nella provincia di Genova (58.466 unit) mentre nelle province di Savona, Imperia e La Spezia risiedono rispettivamente 19.592, 18.808 e 14.4550 unit (nellordine il 17,6%; 16,9% e 13,1% del totale). Nei quattro comuni capoluogo vivono 58.163 cittadini stranieri, il 52,2% degli stranieri Liguri, di cui 44.379 risiedono nella citt di Genova (pari al 39,8% della popolazione ligure di cittadinanza straniera). La proporzione maggiore di stranieri rispetto al totale dei residenti si osserva nella provincia di Imperia (87,7 per mille), quella pi bassa nella provincia di La Spezia (66,3 per mille).

    * Dati tratti dal Censimento ISTAT 2011

  • 6CHI SIAMO Il comitato regionale di ARCI Liguria una rete associativa costituita da circoli

    ricreativi, Societ di Mutuo Soccorso, gallerie darte, Onlus, gruppi di volontariato, circoli giovanili, circoli tematici attenti alle questioni del sociale, dell'ambiente e dei beni comuni che opera sul territorio regionale in modo formalizzato dal 1977.

    Ad ARCI Liguria aderiscono, attraverso i 5 Comitati Territoriali (Imperia, Savona, Genova, Spezia e Sarzana Val Di Magra) le basi associative della Regione Liguria che a loro volta associano i cittadini e le cittadine.

    ARCI Liguria quindi il coordinamento politico e organizzativo dei comitati territoriali ARCI.

    ARCI Liguria anche:

    ARCI Servizio Civile LiguriaForum Terzo Settore LiguriaSms Mutua LigureBanca Etica Societ Immobiliare San PietroBiennale Giovani Artisti Del MediterraneoLibera LiguriaConsiglio Regionale Unipol

    OBIETTIVI Per il 2012 gli obiettivi specifici indicati nel programma di lavoro sono stati:

    Consolidamento del rapporto con i territoriRafforzamento del tessuto circolistico/associativoConsolidamento e rafforzamento della progettazione socio/culturaleSviluppo ulteriore delle convenzioni e delle opportunit per i sociRisparmio energetico e attenzione alle buone pratiche ambientaliAttivit e progettazione su pi ambiti di lavoro nazionaleMaggiore coinvolgimento degli organismi dirigenti e di nuovi volontariConsolidamento e ulteriore sviluppo delle azioni di comunicazione e delle relazioni esterne

  • 7IDENTIT

    ASSETTO ISTITUZIONALE 1 Comitato Regionale

    5 Comitati Territoriali (Genova, Savona, Imperia, La Spezia, Sarzana - Val Di Magra)

    346 Circoli

    60.857 Soci di cui 322 dirigenti

    1 5 346

    60857

  • 8STAKEHOLDER Gli stakeholders di Arci Liguria sono tutti quei soggetti caratterizzati da una relazione

    non solamente di tipo economico con lassociazione stessa. Gli interessi di questi soggetti sono coinvolti nellattivit dellorganizzazione e in base al tipo di relazione instaurata sono stati suddivisi in due gruppi: primari e secondari.

    STAKEHOLDER PRIMARI

    Sono quei soggetti essenziali per la sopravvivenza dellAssociazione, il cui contributo fondamentale per la continuit dellorganizzazione e per il perseguimento della missione.

    SociCircoliComitati territorialiDirezione nazionale

    Lavoratori e collaboratoriVolontariRagazzi in servizio civile

    STAKEHOLDER SECONDARI

    Sono quei soggetti esterni allassociazione ma il cui operato contribuisce al perse-guimento della missione.

    ASSOCIAZIONIACLI LiguriaALCI mouvement alternative citoyenneANOLF CISL LiguriaANPIARCSAssociazione BJCEMAssociazioni della federazione ARCI

    ARCI Servizio CivileSlow FoodARCI RagazziARCI PescaARCI CacciaARCI GayARCI LesbicaUISPLegambienteMovimento ConsumatoriProciv

    Associazione Conductus Associazione Hermanos SaizAssociazione JanuaforumAssociazione Ligure ThalassemiciAssociazione Milano XAssociazione Teatro NecessarioAssociazione Terra del fuocoCCS ItaliaCGIL LiguriaCiv MaddalenaComunit di San Benedetto al PortoComitato Piazza GiulianiConfesercenti LiguriaConsorzio AgorCooperativa Diver-timeCOSPE (Consulta regionale sullimmigra-zione e sulla cooperazione e lo sviluppo)Ass. Cult. DisorderDramaFib Liguria (Federazione Italiana Bocce)

  • 9IDENTIT

    FIMIVForum del Terzo Settore (Liguria)Genova Liguria FilmcommissionICAIC (Instituto Cubano del Arte e Industria Cinematograficos de Cuba)IsforcoopLegacoop LiguriaLibera LiguriaMignanego societ cooperativa sociale onlusMovimento federalista europeoPatronato Inac RegionalePermicroPRAP (Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria)Rete Ambulatoriale Sociale della Li